I 10 comandamenti della Visual Communication sui Social Network

Shares

Conosci Guy Kawasaki? È un vero e proprio guru, un manager e saggista, da cui ho ripreso le 10 regole sulla visual communication che trovi in questo post: i principi di base da tenere a mente per sfruttare in modo originale e produttivo le immagini sul web.

È stato Kawasaki il primo a coniare il termine Chief Evangelist e a diventarlo, prima per la Apple e ora per la società australiana Canva: si tratta di una figura all’interno all’azienda che sviluppa l’immagine – o meglio l’immaginario – di un brand oppure  un prodotto, caricando quest’ultimo di una serie di significati che ne fanno un vero e proprio status symbol. Ho già scritto di lui tempo fa in merito agli 8 insegnamenti per essere un manager vincente, mentre oggi prendo spunto da quest’icona per parlare di immagine.

La parte visiva sui social ha un impatto fondamentale: una grafica colorata fa sì che l’80% degli utenti si fermi a leggere il contenuto. Il 65% dei dirigenti di grandi aziende punta su questi contenuti per comunicare al meglio la storia del proprio brand.

Creare un’immagine adatta ai social è semplicissimo grazie a una serie di piattaforme disponibili online che, riprendendo proprio le parole di Kawasaki, “democratizzano il design”. Tra queste Canva, perfetto per realizzare in pochi click i contenuti più utili per la nostra strategia.

Passiamo ai 10 comandamenti del visual: cosa tenere a mente quando si preparano immagini per il web.

1. Crea valore

Nella comunicazione, secondo le teorie classiche, avviene sempre uno scambio: devi quindi fornire informazioni, dare qualcosa al destinatario. La tua infografica, la tua immagine, la tua citazione deve arricchire chi la guarda, essergli in qualche modo utile, che sia istruttiva o divertente.

2. Sii breve

Se nella tua immagine c’è una parte testuale: il titolo deve essere di massimo 50 caratteri, puoi inserire fino a tre righe di testo e usa sempre la forma attiva dei verbi! A meno che non si tratti di una citazione, ma anche in quel caso se troppo lunga tirane fuori un estratto.

3. Sii diretto

Crea empatia, aggancia l’utente, esprimi un parere o mostra il lato più umano del brand. Magari anche utilizzando un’immagine adeguata e legata al testo che stai usando.

4. Cita sempre la tua fonte

Oltre ad essere corretto nei confronti del vero padre del tuo contenuto, permette anche di creare un contatto e, in perfetta logica social, una relazione.

5. Passa il test della condivisione

Abbiamo già detto che un contenuto deve essere utile, e il gradimento viene espresso attraverso like, commenti, ma soprattutto condivisioni. Se si crea engagement, e i tuoi utenti fanno loro il tuo contenuto allora il lavoro sarà riuscito perfettamente!

6. Usa gli Hashtag

Per alcuni social, come Instagram o Twitter, l’utilizzo degli hashtag è fondamentale per la diffusione del tuo post, mentre per Facebook inserire i cancelletti non ha lo stesso significato. Può essere una strada interessante quella di creare un hashtag legato al brand o a quel contenuto visivo specifico.

7. Programma i contenuti

Pubblica le tue immagini nei momenti più adatti, sfruttando la funzione Programma per Facebook, o i portali per i diversi social come Hootsuite. Grazie agli Insights è possibile capire quando più utenti sono collegati, quindi il momento in cui il tuo post ha più probabilità di interazione.

8. Dai una diffusione cross-mediale

Riutilizza il contenuto sui diversi social, ma fai attenzione alle dimensioni dell’immagine, al testo di accompagnamento e agli orari. Google+ ha sicuramente un utilizzo diverso rispetto a Instagram: ecco perché mentre nel primo potrai scrivere una descrizione più lunga, nel secondo dovrai puntare molto su immagine e hashtag.

9. Guarda la tua pagina da esterno e non sempre da gestore

Presi dal piano editoriale e dalla creazione di contenuti spesso si può perdere la percezione del proprio lavoro: guarda dal di fuori alla tua pagina per avere una visione “depurata” di interazioni e delle pubblicazioni. Basta navigare in incognito!

10. Pubblica costantemente

Mantenere un ritmo di produzione e pubblicazione di post che sia costante è fondamentale per mantenersi a galla nell’oceano dei social: potresti pensare di creare dei visual, delle infografiche e pubblicarle a scadenze precise, o sempre lo stesso giorno. In questo modo spesso si crea fidelizzaziwww.bloo.itone e attesa per il prossimo contenuto!

I comandamenti elencati sono importanti per qualsiasi post si voglia pubblicare, per qualsiasi piattaforma. Ma, dati alla mano, inserire un visual nel proprio contenuto assicura maggior attenzione e una miglior presa sul pubblico. Parola di Guy Kawasaki.

Per costruire una strategia visual vincente e legata al tuo piano editoriale devi avere una visione professionale del settore della comunicazione online. Per questo ti consiglio di dare uno sguardo al Corso in Strumenti e Strategie di Web Marketing, Social Media & Pubblicità Online: 500 ore di formazione pratica e innovativa, di alto livello, di cui 100 di Project Work.

Contattami per avere maggiori informazioni!

Shares

...e se vuoi qualcosa in più!

Inserisci il Tuo indirizzo email principale per ricevere la newsletter gratuita di LucaPropato.com. Aggiornamenti sugli ultimi articoli e contenuti bonus per la Tua Crescita Professionale e Digitale. Niente spam, il tuo indirizzo non verrà mai fornito a nessuno e potrai cancellarti in modo facile e veloce in ogni momento.

(*) Campi richiesti

Lascia un commento con Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Completa questa formula indicando il valore mancante corretto * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyright © 2017 Giuseppe Luca Propato - Realizzazione siti internet, e-commerce, web marketing, SEO, SEM, social media e corsi di formazione.